Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Magazine online di Orzinuovi

Bassa Voce

Scritto da Francesco Falcone

FRANCIACORTA… il territorio ed i suoi vini

Maggio 07 2016

Mi ritengo un esperto di bolle, con cui ho avuto un rapporto felice fin da bambino. Cominciai all’ultimo anno di Materna per la festa d’addio organizzata dalle maestre e da allora non ho più smesso. La mia è una generazione di confine: giovane per bere Seven Up e troppo “coltivata” per accontentarsi della Spuma da retrobottega. L’approdo alla Sprite venne dunque naturale: confezione lussuosa e gusto accattivante, mai più mollata fino a quattordici anni: Demi-sec del mio privilegio adolescenziale.

Poi sostituita, da giovane adulto, con l’Acqua Tonica della Recoaro: la ritenevo meno calorica, ma ancora oggi dubito che lo fosse. Di certo era meno consolatoria: primo Extra Brut della mia carriera di assaggiatore inconsapevole: attacco scomposto, sviluppo fra il metallico e il dolciastro, finale perentoriamente amarognolo. Ci presi bene le misure solo nell’anno del militare, unico toccasana - privo di effetti collaterali - dopo ore di marcia: se arrivai alla cerimonia del giuramento tirato come i soldati di Full Metal Jacket fu anche merito della mia Acqua Tonica.

Alla “grana fine” mi sono avvicinato solo più tardi, a partire dal 19 marzo 1998 (diciassette anni dopo la festa con le maestre), in occasione del sessantottesimo compleanno di Gualtiero Marchesi. Il Maestro decise di festeggiarlo con noi poveri cristi stappando Bollinger Grande Année 1990. Dalle stalle alle stelle.

Questo per dirvi che il 20 maggio, a Padernello, parlerò di Franciacorta, della sua storia, del suo territorio, delle sue contraddizioni, degli uomini e delle donne che lo hanno reso celebre. Assaggeremo 24 cuvée: inizieremo con una panoramica di largo respiro e chiuderemo con alcune rarissime verticali. Io non me la perderei.

#PADERNELLO
VENERDI 20 MAGGIO - LOCANDA DEL VEGNOT
Seminario di approfondimento (con cena) a cura di Francesco Falcone
In collaborazione con l’Enoteca di Mineral di Brescia.
Degustazione con cena riservata per 15 persone.

Aziende in degustazione: Ca' del Bosco, Colline della Stella, Cà del Vent, Uberti, Corte Fusia, Monterossa, 1701, ed altri…
In più alcune rare verticali di:
Cavalleri, Faccoli, Mosnel

Ultima modifica il Sabato, 07 Maggio 2016 08:25

About

  • Chi è Communitas? Anzi chi siamo? Siamo una Associazione Culturale che cerca di fare girare un po’ di idee per la Bassa Bresciana.

    Leggi tutto...

Redazione

Communitas Associazione Culturale

Cell: +39 3397545417

Cell: +39 3396344517

scrivici una mail